Social Media e Advertising: a che punto siamo?

Lo conferma il terzo osservatorio delle comunicazioni dell’AGCOM: in Italia Google e Facebook figurano tra le principali fonti di informazione scelti, rispettivamente, dall’8,8% e l’8,3% degli italiani, preceduti solo dal sito web del quotidiano La Repubblica, che si aggiudica il primo posto con il 13,5% degli utenti.
Si tratta di un dato qualitativamente rilevante che conferma – se ce ne fosse bisogno – quanto i Social Media abbiano cambiato la comunicazione, coinvolgendo con sempre maggiore efficacia una platea davvero ampia di utenza.
Il vertiginoso crescere dei social network naturalmente porta con sé un’altra conseguenza di rilievo: l’allargarsi di un mercato pubblicitario Social, che si aggiunge al Web Marketing reso possibile da piattaforme come Google Adwords.
Il Social Advertising ha nel suo specifico una relativa immediatezza di realizzazione e costi da valutare di volta in volta, ma spesso adattabili alle specifiche esigenze di ogni azienda. Uno dei vantaggi principali di questi sistemi è rappresentato dalla possibilità di definire il proprio target, cioè il pubblico cui si vogliono rivolgere le inserzioni in base a caratteristiche come il sesso, l’età, la posizione geografica, gli interessi, l’ambito professionale.
Ma attenzione! Come in ogni campagna pubblicitaria che si rispetti, anche quella sui Social ha le sue regole e l’improvvisazione potrebbe non solo non sortire risultati, ma anche danneggiare il brand coinvolto, se non attentamente valutata e studiata.
I Social Media stessi – sempre più consapevoli del loro potenziale – si stanno progressivamente “attrezzando” per risultare più appetibili ed efficaci nella loro offerta di servizi pubblicitari. L’anno appena trascorso ha visto interessanti novità in questo ambito. Vediamo le principali.
Facebook Advertising è una delle piattaforme ideali per impostare una campagna di social marketing on line, che si tratti di farsi conoscere, di acquisire clientela o di vendere dei prodotti. Di recente Facebook –proprio per agevolare l’individuazione del target di mercato più azzeccato – ha introdotto le leads ads di Facebook, ossia la possibilità di instaurare un contatto con un potenziale cliente attraverso la compilazione di un form personalizzato.
Visto che l’aspetto visual è tanto importante on line e sui Social, Facebook ha reso disponibile anche per l’advertising una nuova tipologia di presentazione delle immagini come carosello, che consente di aggiungere in un annuncio più immagini, che gli utenti possono scorrere e visualizzare.
E twitter? Una delle novità è l’autoplay: scorrendo la sua twitter timeline, l’utente vedrà riprodotto un eventuale video senza audio. Cliccandolo invece, visualizzerà il contenuto a schermo intero completo di audio. Questo incrementerebbe l’interazione, garantendo ai brand più visualizzazioni.
L’altra innovazione di Twitter riguarda l’interazione tra i social, un altro aspetto che sta acquisendo sempre più rilievo: è possibile per le aziende creare campagne integrando Twitter con Periscope o Vine.
Per far conoscere le sue potenzialità nell’advertising inoltre Twitter ha creato la “Twitter flight school”, un programma gratuito di formazione online per le agenzie pubblicitarie in modo che possano ottimizzare l’uso degli annunci sulla piattaforma.
Anche i Social più legati alle immagini si sono messi al passo. Instagram ad esempio, da poco arrivata al traguardo di 400 milioni di utenti, ha introdotto i banner pubblicitari in-app Carousel Ads che permettono lo scorrere di quattro immagini. Il tasto della call to action indirizza l’utente ad un link esterno o gli permette di registrarsi a un sito web, installare un’app o acquistare il prodotto a partire dall’annuncio.
Anche Pinterest – il social network dedicato alle immagini “rivale” di Instagram – può soffiare sulle candeline di un ottimo traguardo, con i suoi 100 milioni di utenti attivi nel mondo. Per questo ha deciso di aprirsi all’advertising vendendo lo spazio a quelli che sono definiti Promoted Pin, uguali ai Pin degli utenti ma pagati dagli inserzionisti. Da qualche mese, poi, ha fatto la sua comparsa il tasto “compra” che consente di acquistare gli oggetti presenti nelle foto caricate sul sito.
Alcune di queste novità non sono ancora disponibili nel nostro paese, ma recenti aggiornamenti sul web confermano che saranno presto disponibili anche in Italia.
Nuovi strumenti per un’esigenza antica come il mondo. Anche in tempi così Social, come recitava il noto adagio la pubblicità è l’anima del commercio!
Fonti:

Contattaci

orari
lunedì
9:00 – 17:30
martedì
9:00 – 17:30
mercoledì
9:00 – 17:30
giovedì
9:00 – 17:30
venerdì
9:00 – 17:30