Landing page per promuovere un evento: due esempi efficaci

Le landing page sono le pagine cruciali di ogni sito web. Sono le pagine d’approdo finale del traffico al sito. Infatti le landing page sono costruite per ottenere un ritorno dall’utente. Questa risposta è un’azione di varia natura: un’iscrizione a un corso, la compilazione di un contact form, il download di un buono sconto, un acquisto. Ciò dipende dalla natura della nostra attività e da quella del sito, oltre che dallo specifico punto del percorso di “acquisto” in cui si trova il target che avremo cercato di condurre sulla nostra landing page.

Ci sono dunque delle caratteristiche comuni a tutte le landing page. Ma poi ognuna ha tratti specifici in base all’obiettivo.  Prendiamo in esame la landing page per pubblicizzare un evento e invitare all’iscrizione. Ecco allora due esempi concreti di landing page per un evento.

Landing page per ottenere iscritti a un evento

Per il nostro piccolo viaggio nella costruzione di una landing page che convinca il visitatore della pagina partecipare a un evento, ci facciamo aiutare da due esempi concreti.

Il primo esempio è la landing page costruita da Cabiria per Uniontel, un’azienda storica di Parma che si occupa di reti telefoniche e sistemi IT per le imprese. Abbiamo costruito un articolato piano di comunicazione per raccogliere iscrizioni all’evento Vianova Day: una giornata di networking e informazione per aziende che è anche un evento culturale e di relazione. Il traffico da social e da DEM per il Viabova Day Parma cadeva in una dettagliata e vivace landing page in cui le persone potevano iscriversi online.

Il secondo esempio riguarda invece un evento congressuale. Il secondo meeting annuale della Società Internazionale di Nutrizione Sportiva ESNS, un evento ricco di opportunità per i partecipanti che possono assistere, ma anche candidarsi per gli speech e partecipare a un premio per giovani ricercatori.

 

Cosa, quando, dove: il fattore “Above the fold”

Above the fold è la parte superiore della pagina, quella che visualizziamo senza dover scrollare. È la parte più importante di una pagina web perché è lì che in pochi secondi ci giochiamo l’attenzione del nostro visitatore. Dobbiamo colpirlo e fornirgli le motivazioni per non abbandonare la pagina.

Nella comunicazione di un evento è importante che questa parte della pagina dica tutto in poco spazio e in modo chiarissimo: cosa ti propongo, perché interessa proprio a te, quando e dove si svolge l’iniziativa.

È chiaro che anche l’aspetto visual ha lo stesso obiettivo. Nei due esempi citati l’immagine è esplicativa del luogo. Inoltre l’immagine in evidenza mostra implicitamente il vantaggio per l’utente. Ovvero: partecipa all’evento e ti troverai in spazi e luoghi di fascino e interesse!

Il copy sinteticamente e in modo puntuale chiarisce di cosa stiamo parlando e soprattutto evidenzia il principale plus per il partecipante. Subito sotto, un focus dell’evento a sostegno delle informazioni date sopra comincia ad approfondire vantaggi e modalità di svolgimento dell’evento.

 

Qui il vantaggio è insieme un invito a partecipare.

 

 

Qui si elencano i vantaggi più salienti. Rivolgendosi alle categorie interessate, in modo da chiarire immediatamente l’ambito in cui ci si muove.

 

Spiegare e rassicurare: approfondire le informazioni

Nella parte centrale delle landing approfondiamo i focus specifici dell’evento. Dove occorre l’utente è rassicurato su eventuali dubbi, perplessità, problemi.

Nel Vianova Day si spiega che l’evento non sarà solo informativo e formativo, ma ci saranno una mostra gratuita con visita guidata e un cocktail party per fare relazioni.

Nel Congresso ESNS invece si spiegano chiaramente le opportunità riservate ai partecipanti, rassicurandoli su ogni aspetto: dall’autorevolezza dei relatori, alla lingua del convegno con traduzione simultanea, fino ai pacchetti turistici per organizzare facilmente viaggio e soggiorno e godersi la città durante il convegno.

Spingere all’azione sottolineando i vantaggi

Ora che il nostro visitatore è stato accompagnato ad approfondire ogni aspetto dell’evento, arriviamo all’altro punto cruciale della pagina: la call to action principale. È ora di chiudere, spingendo l’utente a compiere l’azione finale: l’iscrizione all’evento.

Per questo nell’esempio qui sotto si trova un riepilogo del perché ci si dovrebbe iscrivere, prima del vero e proprio contact form. 

 

È utile anche un approfondimento sugli organizzatori dell’evento a ulteriore conferma per l’utente. Nel caso poi di un evento a pagamento le informazioni devono essere particolarmente chiare e ben organizzate per non lasciare dubbi su costi e modalità di pagamento.

 

Il contact form o il pulsante che servono per l’iscrizione devono essere chiari, diretti, invitanti.

Prima e dopo la landing page

Naturalmente non basta che la landing page sia efficace in sé. Bisogna portare sulla landing traffico qualificato altrimenti i nostri sforzi saranno stati vani. Altra cosa da non dimenticare: tracciate il vostro traffico, ad esempio create una thank you page che vi permetta di sapere chi ha portato a termine l’azione tanto desiderata!